Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Area Wellness | January 17, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Italian SPA Awards: cambiano le regole

Italian SPA Awards: cambiano le regole

La tradizione di assegnare un premio per la bellezza è molto antica. Il caso più famoso fu raccontato da Omero nell’Iliade e rappresentò l’origine della guerra di Troia. La storia è nota, il giovane troiano Paride trovandosi di fronte a tre dee, Giunone Atena e Venere, dovette decidere a chi consegnare un pomo d’oro e come arbitro unico cedette alla promessa, o meglio alla corruzione, della dea dell’amore che subito dopo pagò il suo impegno facendogli conquistare Elena, la moglie del re greco Menelao. Le altre dee non la presero bene e aiutarono apertamente l’esercito greco a distruggere Troia. Questa storia ci insegna molte cose: come sia difficile trovare una giuria veramente imparziale; quanto siano soggettivi i criteri per valutare la bellezza; e ultimo, chi perde ci rimane male e quasi sempre se la prende con l’arbitro.

È anche per questi motivi che otto anni fa, quando ideammo gliItalian SPA Awards, il primo premio in Italia destinato a riconoscere la qualità delle strutture benessere, decidemmo di attribuire ai clienti stessi il giudizio e il voto. Fin dal 2010, pertanto, decine di migliaia di loro hanno liberamente espresso la preferenza per quelle SPA che, a loro parere, rappresentano le eccellenze che, ogni anno, hanno fatto vincere il titolo di Best Italian SPA.

Nelle prime edizioni i voti erano inviati, per posta, successivamente sono arrivati via mail alla redazione della nostra rivista che si è solo limitata a contarli e ratificare i risultati. Oggi come allora però, il quesito resta lo stesso: perché c’è bisogno di un premio e che valore può aggiungere all’immagine di un albergo, o di un centro benessere, già premiato dal successo commerciale dell’iniziativa? La risposta degli esperti è semplice: anche il brand più affermato e riconosciuto, in ogni settore, dall’abbigliamento alla cultura, dall’automobilismo alla enogastronomia, si può avvantaggiare dalla vittoria di un award, nazionale o internazionale, il cui impatto comunicativo è direttamente proporzionato alla credibilità e alla fama del premio stesso. È evidente che tutto ciò funziona anche nel campo del wellness, dove centinaia di strutture si adoperano giorno dopo giorno per crescere e prevalere sulla concorrenza, in primo luogo garantendo ai propri ospiti i migliori servizi fra accoglienza, tendenze e trattamenti.

Abbiamo parlato di credibilità come necessaria condizione perché il premio sia ambito, e ciò esclude evidentemente che si debba pagare alcun prezzo per aggiudicarselo, e allo stesso tempo che la giuria sia il più possibile indipendente. Due criteri che hanno guidato fin dall’inizio la gestione dell’Italian SPA Awards, ma che oggi vogliamo modificare in parte.

Per concorrere non bisognerà pagare niente come negli anni precedenti, ma al giudizio popolare si aggiungerà un voto ponderato espresso da una giuria di riconosciuti esperti sulla short list dei più votati. Perché facciamo questo cambiamento? Perché la tecnologia può giocare brutti scherzi, se la si usa in maniera poco corretta, e soprattutto se si incarica qualche gruppo specializzato in votazioni on line multiple che fanno crescere i consensi in maniera esponenziale. Si dice che sia successo al Festival di Sanremo e in altri Concorsi nazionali, non immaginavamo potesse capitare anche al nostro premio.

Con una giuria di esperti, che conosce le strutture e le può giudicare in maniera obiettiva speriamo di poter bilanciare qualsiasi manovra esterna di cui non possiamo sentirci responsabili e che è difficile prevenire. Un altro aspetto dell’Italian SPA Awards che resta com’era nelle otto edizioni precedenti sono le tre categorie da votare: la prima raccoglie le più apprezzate Medical SPA – strutture in cui ai classici trattamenti di medicina e chirurgia estetica si aggiungono quelli benessere e bellezza – la seconda, le Destination SPA – strutture extraurbane che devono la loro notorietà prevalentemente alle cure benessere e relax – e la terza le Urban SPA – luoghi dedicati al benessere e alla estetica localizzati nelle città.

Come ogni anno, infine, i premi saranno assegnati durante la Borsa Internazionale del Turismo di Milano che si svolge in FieraMilanoCity, dall’11 al 13 febbraio 2018.

Per candidare la vostra SPA potete scrivere a info@areawellness.it e per votare la vostra SPA preferita potete visitare il sito www.italianspaawards.comwww.italianspaawards.com

Inviaci il tuo Commento

Please Do the Math      
 

Aggiungi una immagine