Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Area Wellness | February 24, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Il nuovo percorso Kneipp di Terme Merano

Il nuovo percorso Kneipp di Terme Merano

L’estate di Terme Merano prevede novità, che coinvolgono anche il parco termale con nuove installazioni che arricchiscono la possibilità di praticare attività sportiva e salutare per il proprio organismo. Il parco ospiterà infatti una piattaforma per il fitness e un nuovo percorso Kneipp aperto a tutti gli ospiti.

La filosofia Kneipp si basa su principi specifici, tra cui anche trattamenti idroterapici che richiedono tempo e dedizione alla salute e al benessere del proprio organismo. Per questo Terme Merano ha rinnovato e ampliato il percorso Kneipp nel parco: gli ospiti potranno facilmente seguirlo grazie a tabelle che descrivono le varie fasi e spiegano come ottenere da ciascuna tappa i migliori effetti salutari.

Sono 4 i passi fondamentali del percorso Kneipp del parco delle Terme e tra un’applicazione e l’altra deve passare un intervallo minimo di un’ora. Il primo step è il bagno freddo alle braccia, che si esegue immergendo gradualmente, dalla punta delle dita a metà omero, prima un braccio e poi l’altro, lasciando poi asciugare all’aria: l’effetto è stimolante ma al tempo stesso riduce la frequenza cardiaca.

Seconda tappa: camminare nell’acqua fredda, per stimolare la circolazione sanguigna, sollevando completamente il piede a ogni passo. Per aumentare il senso di benessere ci si può concedere anche una passeggiata a piedi nudi nel parco, a contatto con l’erba per una sensazione di rilassamento totale. In alternativa si può anche fare un pediluvio a temperature alterne, passando dall’acqua calda alla fredda più volte.

Dopo il riposo necessario si è pronti per il terzo passo: il getto d’acqua fredda sulle gambe, ideale per l’effetto tonificante e rinforzante su gambe e vene. Il getto sale dal piede verso l’anca dalla parte esterna per poi scendere dalla parte interna, ripetendo la stessa procedura per l’altra gamba, sostando, per finire, sulle piante dei piedi.

Quarto e ultimo step: il percorso a piedi nudi su sabbia fine, quella più grossolana, i ciottoli, la corteccia triturata e per finire l’erba del parco. Camminare a piedi nudi rafforza e addestra la muscolatura del piede, ne stimola le zone riflessologiche, oltre a conferire una piacevole e intensa sensazione di benessere a tutto l’organismo.

Inoltre, dal 13 maggio fino al 15 settembre 2016 l’offerta di Terme Merano si arricchisce del parco, uno spazio open air di oltre cinque ettari, nel cuore della città. Distribuite nel parco e all’interno dell’innovativo cubo di vetro sono ben 25 le piscine, tra interne ed esterne, a disposizione degli ospiti, tra cui la grande vasca centrale che confluisce nel laghetto ricoperto di ninfee profumate. Proprio qui si trova l’angolo dedicato alle tartarughe palustri, abbandonate dai proprietari e successivamente accolte e accudite da Terme Merano.

Inviaci il tuo Commento

Please Do the Math      
 

Aggiungi una immagine