Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Area Wellness | April 26, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Giù dal divano: il momento è ORA

Giù dal divano: il momento è ORA

Le offerte si moltiplicano, soprattutto ora che l’estate si sta avvicinnando, ma comodità, macchinari all’avanguardia e servizi di lusso sembrano aver trasformato le palestre e gli spazi fitness in centri commerciali più che in veri luoghi dove fare attività fisica. Per trovare la soluzione ideale intervengono tante variabili, soprattutto per superare gli ostacoli che minano la volontà di chi deve rimettersi in moto.

Ne abbiamo parlato con Roberto Cappelletti, personal trainer, già medaglia di bronzo nel 2014 ai Campionati del mondo di Kettlebell Lifting, che guida a Roma, nel quartiere Prati, “ORA Personal Training Studio”.

Notoriamente non è facile trovare la forza di volontà per riprendere l’attività fisica. Dove è la chiave di volta per iniziare l’allenamento senza correre il rischio di fare un buco nell’acqua?
In genere la molla scatta sempre dopo un evento preciso, una foto, un vestito a cui attribuiamo una certa importanza che non riusciamo più ad indossare. Molto spesso, durante i primi colloqui con le persone che mi contattano per intraprendere un percorso di allenamento, quando chiedo: “perché ti sei deciso proprio oggi?” mi rispondono: “ho visto una foto, mi sono spaventato, non sono io quello” oppure “Sono corso a casa per un imprevisto, ho dovuto fermarmi dopo 20 mt perché ero così fuori forma che il cuore mi scoppiava, non è possibile”. La frase successiva è: BASTA!. Queste esperienze negative accendono o riaccendono la fiamma. Il compito del Personal trainer è guidare il travaglio interiore degli allievi verso qualcosa di positivo e sano, sfruttando al massimo la forza e la motivazione al cambiamento che nascono da tali eventi. Chi inizia da solo, purtroppo, esaurisce le energie presto e altrettanto presto rischia di cadere nel baratro; chi, invece, trova il coraggio di chiedere aiuto può tornare a splendere.

Quindi quali sono i criteri per individuare il personal trainer ideale?
Oggi, se parliamo di scegliere o capire la qualità di qualsiasi bene o servizio, la maniera più veloce è quella di prendere il pc o lo smartphone, digitare il nome di cosa cerchi insieme alla parola “opinioni” e cliccare “cerca”. In attesa che inventino PTadvisor, però, tendiamo ad affidarci ai nostri amici, sempre che siano interessati a diffondere il nome di un bravo personal trainer: il rapporto che si instaura tra allenatore ed allievo è talmente intimo ed esclusivo, che chiunque abbia per le mani il risolutore di problemi migliore al mondo non lo condividerà.
Questa è la mia guida rapida per scegliere il personal trainer in 5 step.

Step 1
Seleziona dal web 5 personal trainer che ti ispirano fiducia, che lavorano vicino casa tua o la tua sede di lavoro e chiedi un appuntamento per incontrarli. In fase iniziale devi fidarti del tuo istinto, del loro sito internet, magari sbirciare il profilo facebook ed instagram per capire come lavorano, che attività fanno, se sono solo amanti di selfie a petto nudo o in culotte oppure hanno qualcosa di meglio da mostrare circa la loro professione. Evita domande stupide come le tariffe. Non puoi giudicare un numero senza guardare negli occhi chi hai davanti, fare le domande giuste e capire se possa o meno fare al caso tuo. Un euro o 100 euro l’ora non hanno senso presi così, sono solo numeri.
Ti sembrerà assurdo ma già qui puoi fare una prima scrematura. Molti o non ti risponderanno o lo faranno a tempo scaduto.

Step 2
Ha uno studio o lavora in palestra? Cambia tutto. Se ha un posto suo, molto probabilmente ha un’esperienza e numeri tali da potersi permettersi di fuggire dal sistema palestra con tutte le sue falle. Al contrario, se lavora da dipendente, deve necessariamente sottostare a regole che spesso vanno contro ciò che sarebbe ideale per chi ha bisogno di tranquillità ed il giusto spazio dove allenarsi. Chi ha uno studio ha carta bianca, chi lavora in palestra no. Uno studio di personal training nasce e cresce per fare solo questo, una palestra no.

Step 3
Che impressione ti lascia “a pelle”, ti piace? Deve piacerti, ma dovrai passarci del tempo fondamentale insieme. Fisicamente ti sembra invidiabile? Atletico, pompato, secco, grasso, com’è? Vorresti avere un fisico come il suo? Queste cose sembrano stupide, di facciata, ma non lo sono. Qualunque sia il tuo obiettivo, deve ispirarti fiducia per quello, anche solo a livello fisico.

Step 4
Parlagli delle tue esigenze, fatti spiegare il metodo con cui avrebbe intenzioni di aiutarti ma ponigli queste domande fondamentali:
1- Fa il Personal a tempo pieno o come secondo lavoro?
2- E’ laureato in Scienze Motorie?
3- Si allena? Pratica sport a livello agonistico?
4- Con quali strumenti ti testerà, come monitorerà l’andamento del tuo percorso?
5- Quali casi come il tuo ha già risolto? Può mostrarteli?

Step 5
Ultimo step. Come è andato il colloquio, bene? Acquista, senza esitare. Non sei convinto? “Le faremo sapere” si dice in genere. Siete in due, dovete scegliervi entrambi, se non hai elementi a sufficienza come ti ho suggerito, lascia stare, cerca altrove.

Come funziona nello specifico il Metodo Ora Personal Training?
ORA non è una palestra. È uno studio che lavora esclusivamente con lezioni one to one, specialmente con rimandatori seriali, pigri, timidi. Abbiamo creato un sistema che permette a chi si allena di alleviare ogni stress. Il nostro scopo è, oltre che guidarti per non farti perdere tempo inutilmente, anche e soprattutto quello di incaricarci al tuo posto di tutte quelle “cose pratiche” ed organizzative che allenarsi comporta. Non c’è la segreteria: citofoni e ti apriamo. In due secondi sei nello spogliatoio, tranquillo, senza scavalcare nessuno, senza ammazzarti per trovare un appendiabiti libero. Per tutti i nostri clienti, asciugamano per l’allenamento, acqua e, se ne hai voglia, anche il caffè, sono inclusi nel prezzo! Dopo l’allenamento, la doccia non la fai insieme a tutti gli altri: te la fai in un bagno, come a casa, solo soletto.
Detto questo il metodo ORA si può riassumere in 7 punti chiave:

1- Ascoltiamo la tua storia
Conoscerci serve per capire se e come possiamo aiutarti. Non sarà un interrogatorio ma solo un modo per inquadrare le strategie migliori per te attraverso il dialogo, trovare la strada giusta per raggiungere la meta, rispettando chi sei.

2- Eseguiamo dei test
Se non sappiamo chi sei anche a livello motorio, non possiamo aiutarti. Ciò che può essere buono per me magari non lo è per te. Ognuno è diverso. Testarti vuol dire sapere con certezza cosa ti fa bene e cosa no, cosa è prioritario e cosa no, cosa ti serve per rendere più veloce il viaggio verso l’obiettivo.

3- Misuriamo circonferenze
Da dove partiamo? Dobbiamo scoprirlo per avere un’idea sensata di dove vogliamo andare. Spesso questo punto è un po’ ostile. Niente paura. Non devi per forza sapere quanto pesi, quanta pancia hai di preciso, quanto grasso… lo devo sapere io per avere un punto “zero”. Tu sarai felice di vederlo più avanti.

4- Controlliamo le tue abitudini alimentari
Passo fondamentale. La dieta e l’allenamento vanno di pari passo. Sapere come mangi è importante e soprattutto ci serve per darti dei consigli che migliorino la tua nutrizione, senza stravolgere tutto. Se mangi pasta a pranzo e cena, cornetto e cappuccino a colazione…e noi ti consigliamo un’oliva, mezzo radicchio ed un bicchiere d’aria…tu la seguiresti???? Siamo onesti dai, partiremo gradualmente!

5- Allenamento Funzionale!!!
Ormai siamo taratissimi, precisi, focalizzati al massimo su di te. Iniziamo facendoti riappropriare del tuo corpo attraverso l’allenamento funzionale: un metodo intelligente che considera la macchina uomo nel suo insieme. Mentre ti alleni impari gesti, non solo esercizi, lavorando a corpo libero e con piccoli attrezzi. Niente macchine, niente noiosissime sedute stile sala pesi, niente lezioni a ritmo di musica. Sarà tutto più stimolante, dinamico e persino divertente. Impossibile annoiarti col funzionale, impossibile!

6- Monitoriamo il percorso
Non possiamo prenderci in giro, qui non è la palestra dove paghi e ci rivediamo quando sta per scadere l’abbonamento. Qui ci mettiamo la faccia. Qui, se non ti diamo il risultato, chiudiamo, Qui non c’è l’insegna fuori… se non sei tu ad essere soddisfatto e parlar bene di noi, nessuno busserà per caso alla porta. Monitorare ogni mese il percorso, testarsi di nuovo, serve per capire se stiamo andando bene, se dobbiamo insistere, cambiare qualcosa. Dobbiamo arrivare alla fine come ci siamo prefissi, devi essere contento quando esci di qua!

7- Raggiungiamo la meta
Non dovrai essere dipendenti da noi a vita. Col nostro metodo di lavoro non migliorerà solo l’aspetto fisico ma anche e soprattutto quello mentale. Una volta iniettato il virus dell’allenamento costante, sarai libero di scegliere ciò che è meglio per te. So che sembra utopia ma è così.

L’unica controindicazione: non siamo per tutti. Per scelta lavoriamo con una ristretta selezione di allievi, per scelta vogliamo concentrare energie e risorse per aiutare chi davvero ha bisogno di noi. Vogliamo lasciare spazi confortevoli, i servizi al top e riservare un ambiente familiare ed accogliente a chi si allena insieme a noi.

Inviaci il tuo Commento

Please Do the Math      
 

Aggiungi una immagine