Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

Area Wellness | January 20, 2018

Scroll to top

Top

No Comments

Affidarsi alle cure di un chirurgo specializzato in penisola sorrentina

Affidarsi alle cure di un chirurgo specializzato in penisola sorrentina

Da anni le cronache italiane lanciano l’allarme sulla fuga dei cervelli italiani. Sono tempi duri per i giovani neolaureati e neodottorati alla ricerca di opportunità lavorative e migliori condizioni economiche che nel nostro paese stentano ad arrivare. Questa mobilità ha sicuramente danneggiato il tessuto culturale e professionale italiano, ma è anche una conseguenza dell’ampliamento dei confini della contemporaneità, che permette aggiornamenti ed esperienze in giro per il mondo a tutto vantaggio della esperienza e della crescita dei ricercatori. Senza escludere che il cerchio non possa chiudersi con un ritorno a casa dopo qualche anno di formazione all’estero.

Un caso emblematico è quello di Francesco Somma che, dopo essersi laureato a Napoli e specializzato a Roma in Chirurgia Plastica, ha lavorato sulla qualità del proprio curriculum partendo alla volta di Bruxelles e Linz, consapevole che la formazione di un chirurgo deve essere continua e ha sempre spazio per nuovi aggiornamenti. Il periodo all’estero non lo ha però distolto dall’ambizione sempre salda di aprire uno studio nella terra d’origine, più precisamente a Meta, comune della penisola sorrentina, che durante la bella stagione si anima di un turismo composito, che spazia dalla vicina Napoli a una provenienza più internazionale. Il suo sogno si è oggi concretizzato e lo stiamo per conoscere da vicino. Entriamo in una palazzina di metà ottocento del centro storico, che colpisce per il suo curato mix di moderne tecnologie e alte volte affrescate.

Cosa l’ha spinta a tornare dopo anni di formazione lontano da casa?
Non è corretto parlare di fuga nè di ritorno. Il mio percorso di aggiornamento è ancora in essere e non riesco a immaginare di interromperlo in un prossimo futuro. Allo stesso modo non ho avuto mai la sensazione di abbandonare le mie radici e sapevo che avrei ripreso il mio legame con la mia terra e il mio mare. Oggi mi divido fra Roma, Napoli e Meta, ma non manco di tornare a Linz o partecipare a convegni in giro per il mondo.

Una nuova avventura che offre quali servizi?
Il mio lavoro inizia nel momento in cui i pazienti che entrano a studio realizzano l’affidabilità che gli viene garantita. Nulla è lasciato all’improvvisazione. Ogni momento è finalizzato a gettare le fondamenta di un rapporto di fiducia che nulla deve incrinare. I primi incontri conoscitivi sono essenziali per comprendere le esigenze delle pazienti. In primo luogo mi viene chiesto di intervenire per eliminare macchie e ringiovanire il volto, oltre a mastoplastiche additive e lifting correttivi. Arrivo così a formulare la risposta più indicata per garantire un aspetto totalmente naturale e mai artificioso: la tossina botulinica, l’innovativo sistema PRP che usa le piastrine e i fattori di crescita, la radiofrequenza o la laserterapia sono solo alcune delle soluzioni che prospetto. In primo luogo, però, c’è l’ascolto delle problematiche e il suggerimento di qualche piccolo consiglio sulla protezione solare che non fa mai male ricordare.

Cosa altro ha riportato dalle sue esperienze all’estero?
Sono contento di essere arrivato a questo passaggio della mia vita professionale accompagnato da un brand che ho conosciuto in Austria durante il lavoro: SkinCeuticals, un’azienda di origine americana ma diffusa in tutto il mondo, propone una gamma di prodotti eccellenti e che anche molti miei pazienti, italiani e stranieri sembrano apprezzare. Ad avermi conquistato da subito è il livello di affidabilità che propone proprio come quello che cerco di offrire anche io a miei pazienti.

Inviaci il tuo Commento

Please Do the Math      
 

Aggiungi una immagine